Gelateria Fiordilatte

Si definisce gelato quella preparazione alimentare composta da un insieme di materie prime semplici e semilavorate (zuccheri, latte, panna, uova, frutta, ecc.) che mediante agitazione e congelamento si addensa raggiungendo una certa consistenza e pastosità.
Dal "Dizionario di scienza e tecnologia del Gelato Artigianale" di Luca Caviezel

  • TRADIZIONE E INNOVAZIONE

    Quando abbiamo aperto la gelateria, nel lontano luglio del 1985, l’ispirazione ci era venuta da una delle gelaterie più conosciute a Udine: quella delle sorelle Toldo. Loro facevano un gelato al fiordilatte così buono che ancora adesso molti udinesi ricordano.
    Questo era il punto di partenza e poi negli anni successivi la ricerca della professionalità ci portò a percorrere nuove strade e a creare nuovi prodotti che sono ora il fiore all’occhiello della nostra gelateria.
    Rimane l'occhio di riguardo ai gusti classici -come il fiordilatte, la crema alla vaniglia, la nocciola e il cioccolato- arricchito però da una grande apertura verso l’innovazione con i gusti della primavera: crema di tarassaco, sorbetto ai fiori di sambuco, crema alla rosa antica; quelli autunnali: il fico, la crema di cachi e, in inverno: lo speziale, la noce e la zucca.

  • L’ECCELLENZA DEL GELATO ARTIGIANALE

    Vi sono diversi modi per vivere un’esperienza lavorativa. Fra i tanti quello, fra i meno perseguiti, di cercare di raggiungere con perseveranza e dedizione l’eccellenza totale.
    Nel variegato mondo del gelato artigianale italiano, questo processo evolutivo è appannaggio di pochi anche perché il mestiere di gelatiere è forse il più difficile ed il più impegnativo quando l'obiettivo è quello di arrivare a produrre un gelato di altissima qualità.
    Essenzialmente ci sono tre elementi indiscutibili che concorrono al raggiungimento di questo risultato:
    - Formazione professionale e ricerca continua;
    - Ricerca ossessiva dei prodotti di alta qualità;
    - Una buona dose di fantasia.
    Essere in grado di produrre un gelato di qualità significa soprattutto continuare a fare formazione e informazione durante tutto l’arco della vita lavorativa per essere in grado di conoscere profondamente sia la propria professione che l’utilizzo delle materie prime. Quest'ultimo aspetto è fondamentale perché, per riuscire a equilibrare perfettamente una ricetta di gelato, è necessaria la conoscenza assoluta dei meccanismi che concorrono a far si che si rinnovi il “miracolo” della materia che da liquida diventa semisolida e si mantiene nel tempo così cremosa, spatolabile e seducente.

  • IL GELATO ARTIGIANALE

    Fresco di giornata.
    Alimento facilmente digeribile: perfetto per persone inappetenti o anziane.
    Zuccheri assimilabili prontamente.
    Alto valore nutritivo: ricco di calcio e fosforo -alimenti ideali per la crescita-, ricco di vitamine nel caso del gelato alla frutta.
    Apporto calorico contenuto (110-140 kcal per il gelato alla frutta, 180-220 kcal per il gelato alla crema).
    Contiene poche proteine ma di alto livello (dalle uova e dal latte).
    Può essere prodotto indifferentemente con ingredienti a misura e a favore di intolleranze alimentari. Per esempio: senza latte o con latte di capra per gli intolleranti al lattosio. È quasi sempre senza glutine, ideale quindi nei casi di celiachia. Il basso contenuto calorico lo rende adatto alle diete ipocaloriche.

La coppa del Mondo della gelateria

Vai!